Iscriversi per votare ed eleggere

In linea di massima, ogni Svizzero stabilitosi all'estero è tenuto a farsi immatricolare o più precisamente a farsi registrare presso una delle nostre rappresentanze diplomatiche o consolari all'estero. La revisione della legge non ha apportato modifiche alle condizioni personali legate ad una simile immatricolazione. Uno Svizzero all'estero deve perciò ancora soddisfare due condizioni se vuole farsi immatricolare: possedere la cittadinanza svizzera e non essere domiciliato in Svizzera.

Una volta immatricolati presso una rappresentanza svizzera, potete annunciarvi anche per l'esercizio dei vostri diritti politici.

 

Se cambiate domicilio all'estero, sia all'interno dello stesso circondario consolare, sia lasciando definitivamente il circondario consolare in cui risiedevate, dovete notificarlo alla vostra rappresentanza al fine di permetterle di segnalare il cambiamento di domicilio al vostro comune di voto al più tardi 6 settimane prima del prossimo scrutinio.

 

Comune di voto

Gli Svizzeri all’estero votano nel loro ultimo Comune di domicilio. Svizzeri che non hanno mai vissuto in Svizzera, votano nel loro Comune d’origine.

 

Se il materiale di voto è rinviato al mittente per tre volte consecutive perché non ha potuto essere consegnato al destinatario, il Comune di voto radia la persona in questione dal catalogo elettorale. Tuttavia, potrete annunciarvi nuovamente in qualsiasi momento.

 

Il rivisto testo della legge dà ai cantoni la possibilità di creare un servizio centrale cantonale. Quest'ultimo deve assumersi i compiti dei vari comuni di voto, tenuta del catalogo elettorale, spedizione del materiale di voto, spoglio delle schede, ecc. In questo caso, il vostro voto sarà conteggiato nel comune in cui si trova il servizio centrale.

 

Spedizione del materiale di voto

Il materiale ufficiale di voto è trasmesso direttamente per posta agli aventi diritto di voto al loro indirizzo all'estero, senza passare per la rappresentanza svizzera. L'elettore, dal canto suo, deve rinviare la scheda al comune di voto a proprie spese. Visto che la responsabilità del buon funzionamento delle poste estere non può essere attribuita alla Confederazione, ogni Svizzero all'estero deve assumersi il rischio che il materiale di voto sia distribuito in ritardo all'estero o che la sua scheda pervenga troppo tardi nel comune di voto.

Persone con la doppia cittadinanza

Durante i lavori di revisione della legge, ci si è chiesti in particolare se le persone con la doppia nazionalità dovessero essere escluse dal diritto di voto. Ci si è però resi conto che un'esclusione totale o anche solo parziale di queste persone sarebbe difficilmente realizzabile, sia dal punto di vista giuridico che per ragioni tecniche.

Una persona con la doppia cittadinanza potrà perciò continuare a partecipare come una persona con la sola cittadinanza svizzera alle elezioni e votazioni federali. Tuttavia, desideriamo attirare la vostra attenzione sul fatto che, in certi Stati, la partecipazione a elezioni e votazioni straniere implica la perdita della cittadinanza dello Stato in questione.

 

Iscrizione

Volete iscrivervi per esercitare i vostri diritti politici in Svizzera ? Vi preghiamo di compilare il modulo di richiesta per l'esercizio del diritto di voto in Svizzera e di mandarlo alla rappresentanza svizzera (ambasciata o consolato) nel quale siete immatricolati.

 

iscrivetevi adesso